Buone pratiche in rete

Buone pratiche in rete per la salute mentale è stato un progetto di formazione realizzato in collaborazione con la Provincia di Sondrio e l'Azienda Ospedaliera di Valtellina e Valchiavenna.

Hanno partecipato operatori dei servizi pubblici e privati per la salute mentale di tutta la provincia, nell'intento di individuare e costruire strumenti di collaborazione tra servizi e operatori con diverse appartenenze e orientamenti.

La proposta formativa per è stata articolata in diverse attività:
Il laboratorio. È stata l’attività principale del percorso formativo, vi hanno preso parte tutti i partecipanti sia in assetto di gruppo plenario che in sottogruppi. Durante le attività di laboratorio i partecipanti si sono confrontati sulle proprie pratiche lavorative e orientamenti professionali, con la finalità di sperimentare possibilità di collaborazione e conoscenza reciproche e di istruire il lavoro di costruzione del sistema di buone pratiche in rete per la salute mentale. Complessivamente si sono realizzate 7 giornate formative di laboratorio.
Il gruppo di redazione. È stato un gruppo composto da 6 partecipanti al laboratorio, che ha avuto il compito di tenere le fila dei materiali che si sono prodotti e di proporre modalità di organizzazione degli stessi. Il gruppo ha lavorato sia condotto dai formatori nell’ambito delle giornate di laboratorio, che autonomamente.
Il lavoro di elaborazione. È un lavoro che è stato svolto dai partecipanti su temi o compiti specifici concordati nel tempo tra una sessione del laboratorio e la successiva. Il lavoro di elaborazione è stato realizzato sia individualmente che in piccoli gruppi.

In questo percorso formativo mi sono occupato dalla progettazione e della conduzione, insieme a Sergio Manni.

tags:

Lorenzo Fronte
sociologo, educatore
consulenza, formazione e ricerca a orientamento psicosociologico

+39 348 3826192
lor@lorenzofronte.it
lorenzo.fronte
linkedin
twitter

partita iva: 02926370129

Back to Top

Gentile visitatore, devo confessare che è difficile comprendere fino in fondo questa questione dei cookies. La cosa chiara è che sono dei files che potrebbero installarsi nel tuo computer nel momento in cui tu visiti un qualsiasi sito ed hanno lo scopo di facilitarti nella navigazione e/o capire chi sei. La cosa disdicevole è che io non ho fatto nulla per fare tutto ciò, ma il mio sito probabilmente usa questi cookies (mi hanno spiegato, anche semplicemente per collegarsi con i social networks). Perciò, secondo la legge, io sono tenuto ad avvisarti che il sito potrebbe utilizzare "cookies di profilazione, eventualmente anche di terze parti, che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente."

Inoltre devo permetterti di saperne di più attraverso un'informativa estesa che puoi raggiungere con il link qui sotto, attraverso il quale potrai anche permettere al tuo browser di negare l'installazione di qualunque cookie proveniente da questo sito, e devo precisare che se scegli di proseguire "saltando" il banner, acconsenti all'uso dei cookies.