Il lavoro non basta

Il lavoro non basta è stato un percorso formativo biennale realizzato nell'ambito del Programma Innovativo Regionale per la salute mentale 2006/2008 finanziato dalla Regione Lombardia e promosso dall'Agenzia Lavoro e Integrazione dell'Azienda Ospedale Sacco di Milano.

Al corso hanno partecipato 54 operatori delle Aziende Ospedaliere milanesi e di organizzazioni private che si occupano di salute mentale e integrazione al lavoro, suddivisi in quattro gruppi. La proposta formativo era costituito principalmente da un'attività laboratoriale strutturata in moduli:
Primo modulo: condividere le esperienze. Mettere a confronto le diverse e specifiche pratiche di inserimento e di integrazione al lavoro.
Secondo modulo: progettare un’attività. Negoziare ed elaborare proposte e strumenti su problemi ritenuti rilevanti dai partecipanti.
 Terzo modulo: sperimentare un intervento. Gestire una prima sperimentazione di quanto è stato progettato e sistematizzare la cassetta degli attrezzi.

Ogni modulo era introdotto da un seminario aperto anche a partecipanti esterni. Al termine dei lavori si è realizzato un convegno durante il quale i gruppi dei laboratori hanno presentato gli esiti del loro lavoro.

In questo progetto mi sono occupato della progettazione del percorso e dei seminari, della conduzione dei laboratori, della redazione dei materiali di lavoro e conclusivi, insieme a Francesco Cigada e in collaborazione con l'equipe di Ala.

tags:

Lorenzo Fronte
sociologo, educatore
consulenza, formazione e ricerca a orientamento psicosociologico

+39 348 3826192
lor@lorenzofronte.it
lorenzo.fronte
linkedin
twitter

partita iva: 02926370129

Back to Top

Gentile visitatore, devo confessare che è difficile comprendere fino in fondo questa questione dei cookies. La cosa chiara è che sono dei files che potrebbero installarsi nel tuo computer nel momento in cui tu visiti un qualsiasi sito ed hanno lo scopo di facilitarti nella navigazione e/o capire chi sei. La cosa disdicevole è che io non ho fatto nulla per fare tutto ciò, ma il mio sito probabilmente usa questi cookies (mi hanno spiegato, anche semplicemente per collegarsi con i social networks). Perciò, secondo la legge, io sono tenuto ad avvisarti che il sito potrebbe utilizzare "cookies di profilazione, eventualmente anche di terze parti, che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente."

Inoltre devo permetterti di saperne di più attraverso un'informativa estesa che puoi raggiungere con il link qui sotto, attraverso il quale potrai anche permettere al tuo browser di negare l'installazione di qualunque cookie proveniente da questo sito, e devo precisare che se scegli di proseguire "saltando" il banner, acconsenti all'uso dei cookies.